RILASSATI E NON TI INC……ARE!!!

Ciao, rieccomi ancora una volta (non è stato facile resistere alla tentazione di scrivere un nuovo articolo prima).

Oggi (oltre a condividere l’opinione di altri maschietti, per la foto che ho messo nella locandina dell’articolo) voglio offrirti altri due capitoli de IL MANUALE PER LA VITA

 

Già in precedenti articoli ti ho presentato i primi cinque capitoli del manuale:

Capitolo 1 –  IL PERCORSO DELLA VITA

Capitolo 2 –  LE COSE BASILARI

Capitolo 3 –  PASSIONE ED ORGANIZZAZIONE

Capitolo 4 –  SEMPLIFICA

Capitolo 5 –  IL RAPPORTO CON IL PROSSIMO

 

I temi trattati nei prossimi due capitoli del Manuale riguardano lo “stress” ed i “problemi di comunicazione”. Nel quarto capitolo, si è già visto come la “semplificazione” è utile anche per ridurre lo stress nello svolgimento di tutte le nostre attività; nel quinto capitolo si è affrontato il tema di come rapportarsi con il prossimo (inteso soprattutto come “chi ha bisogno di aiuto”). Leo Babauta ci offre, nei capitoli successivi, qualche “semplice” consiglio su come rilassarsi, considerato il fatto che la vita risulta, non sempre, facilmente “semplificabile” e su come gestire il rapporto con gli “str…zi”, dato che il prossimo non è fatto solo da persone bisognose di aiuto.

 

Ecco, di seguito, i due capitoli (“QUANDO SEI STRESSATO” ed “AFFRONTARE PROBLEMI DI COMUNICAZIONE”). Come al solito, eventuali porzioni scritte in corsivo sono mie aggiunte (anche tratte da altri post del blog dello stesso Babauta) al testo originale.

 

Capitolo 6 –  QUANDO SEI STRESSATO

35) Risollevati quando sei giù di morale
Ci saranno sempre dei momenti, nella vita, in cui ci sentiremo depressi. Non arrenderti a questo stato d’animo e reagisci. Lavati ed esci da casa, ascolta musica, confidati con una persona cara (vedi: Feeling down? 7 ways to pick yourself).

 

36) Concediti del tempo per rilassarti se ti senti stressato
Nella vita ci saranno sempre dei periodi stressanti. È necessario trovare il modo per rilassarsi: respira profondamente; massaggiati; fai una passeggiata; fai attività fisica; vai in giro fuori città; fai sesso (non c’è da vergognarsi); prenditi un giorno di riposo; fai meditazione; leggi; stai in famiglia; stacca i telefoni e spegni il computer; fai un pisolino (vedi: 12 ways to decompress after high stress).

 

37) Accetta ciò che hai
Il problema per molti di noi è che pensiamo sempre che saremo felici quando raggiungeremo una certa meta: un certo lavoro o andare in pensione oppure avere la casa dei nostri sogni. Purtroppo ci vorrà del tempo prima di raggiungere tali obiettivi e spesso, prima di essere arrivati, si hanno nuovi desideri. Prova, invece, ad essere contento di dove sei, di chi sei e di cosa hai. Invece di confrontarti con altre persone o, semplicemente, con i tuoi “desideri” (o capricci), confrontati con chi ha di meno, con chi sta vivendo una tragedia, con chi sta lottando. Ti renderai conto di essere, in realtà, benedetto (da Dio, se ci credi). Ti renderai conto di essere felice nella tua attuale condizione.

 

Capitolo 7 –  AFFRONTARE PROBLEMI DI COMUNICAZIONE

38) Sviluppare l’equanimità (l’imparzialità di giudizio).
Mantieni la giusta calma ed il giusto equilibrio mentale in tutti gli scontri che hai nella vita. Con automobilisti maleducati, collaboratori irritanti, commentatori mediocri sul tuo blog, familiari sconsiderati. Questo richiede un po’ di pratica, ma è possibile lasciare che questi problemi ti scivolino addosso senza lasciare alcuna traccia. (Alcuni suggerimenti pratici: Calm as a monk: how equanimity can save your sanity)

 

39) Saper perdere nelle discussioni
Talvolta capita che qualcuno che ha appena festeggiato il suo 50 ° anniversario di matrimonio, affermi che il segreto per un matrimonio lungo e felice sia star zitto quando si ha un diverbio con il partner. Probabilmente il vero significato di tale affermazione e che non si dovrebbe credere di aver ragione in ogni argomento. Penso che molte persone, non solo quelle sposate, debbano ricordare questo consiglio. Bisogna cercare di capire la posizione dell’altra persona e guardare la faccenda dal loro punto di vista. Questo piccolo suggerimento può portare a molta felicità.

 

40) Imparare a trattare con i detrattori
Tutti ci possiamo trovare di fronte detrattori nella nostra vita. Essi sono gli scettici che, anche se con buone intenzioni, ci fanno sentire indegni, o incapaci di raggiungere un obiettivo. Ci prendono in giro o pensano in negativo nei nostri confronti. Al fine di raggiungere i tuoi obiettivi, è necessario imparare come trattare con questi detrattori e superare questo ostacolo. A volte non ci rendiamo conto di chi è un detrattore, bisogna stare attenti ad identificarli; bisogna analizzare la loro critica e valutare se il problema sia reale, dovendo poi trovare il modo di superarlo. Tante volte, in realtà, i detrattori proiettano su altri i loro problemi. Non si possono sempre evitare i detrattori, ma basta ascoltarli sorridendo, pur senza reale attenzione. Se non è possibile ignorarli coinvolgeteli nel problema e chiedete loro aiuto per affrontare ciò che si ritiene che non riuscirete a fare. Sorridere sulle critiche dei detrattori spesso li disarma. A volte non c’è altra soluzione che ignorare totalmente i detrattori pensando che la ricompensa sta nell’impegno dedicato al raggiungimento di un obiettivo (vedi: Best 8 ways to deal with detractors).

 

 

Commento ai suddetti capitoli: nella vita ci sono sempre i momenti difficili, ma noi possiamo sempre fare la nostra parte per risollevarci (anche se può non bastare, é utile provare! ); nella vita non c’è da essere sempre in movimento ed un po’ di “sano ozio” fa sempre bene, soprattutto se si è realmente consapevoli di ciò che di bello è in noi ed intorno a noi. E se altri ti vogliono rompere le scatole, la vera soluzione è un po’ di “assertività”.

Credo che questa “filosofia di vita” sia assolutamente utile e spero di riuscire a farla sempre più mia (ancora ho alcune difficoltà). Se tu la condividi, spero che sia utile anche per te.

 

Prossimamente continuerò ad offrirti le rimanenti parti della mia traduzione del “MANUALE PER LA VITA – Consigli per la felicità e la produttività”.

Se vuoi, lascia pure un commento e se lo ritieni opportuno fai conoscere questo blog ai tuoi amici. Sarà bello “discutere” insieme.

Ciao; alla prossima.

Considerato che, come tutti i blog, anche il mio è un “diario in rete”, i testi sono presenti sulla pagina web in ordine anticronologico (visualizzi prima i messaggi più recenti). Pertanto se vuoi sapere perchè esiste questo blog e conoscere la sua origine puoi leggere L’INIZIO

Lascia un commento