IL MANUALE PER LA VITA

Voglio offriti un piccolo dono, ma prima ti spiego di cosa si tratta.

Già in precedenza ti ho parlato di Leo Babauta (http://lalucedisperanza.altervista.org/scegli-la-meta-ama-il-percorso/), che da circa due anni è diventato, per me, una specie di “mentore”.

Leo Babauta è un ex giornalista e scrittore freelance, creatore di Zen Habits, uno dei migliori blog dedicati alla produttività e semplicità e autore di diversi libri, tra i quali Zen To Done: The Ultimate Simple Productivity System (http://lalucedisperanza.altervista.org/zen-done/), l’ebook che ha venduto di più nella storia nel settore produttività.

Essermi imbattuto nella lettura degli scritti di Babauta è stato estremamente interessante. Trovo che il suo pensiero, seppur parzialmente corrispondente a riproposizioni di teorie altrui (ma chi “inventa” completamente le proprie idee?) sia privo di tanta puerile retorica dei soliti “esperti” di crescita personale che si possono trovare su internet. Ho sempre trovato deludenti le parole di vari “maestri” del pensiero positivo che ti dicono semplicemente: “tu sei meravigloso, puoi fare di più, devi credere in te stesso!”.

Leo Babauta, pur rifacendosi tanto alla filosofia Zen ed a varie altre teorie sulla crescita personale ed il time management, o più semplicemente al buon senso, risulta molto più concreto e propone vari suggerimenti che mi sono sembrati realmente applicabili.

Può anche darsi che il mio apprezzamento per Leo Babauta derivi da una certa mia affinità di pensiero. Anch’io “simpatizzo” per il Buddismo (http://lalucedisperanza.altervista.org/nutriamo-lo-spirito/) ed ho letto alcune teorie sulla crescita personale ed il time management, ma voglio supporre che i suoi consigli possano essere apprezzati da tanta altra gente.

Alcune sue idee possono sembrare “banali” o ingenuamente semplici, ma talvolta le idee vengono considerate banali quando non si ha voglia o coraggio di applicarle.
Confesso che anch’io non sono, ancora, così bravo da seguire tutti i suggerimenti di Babauta (e chissà se è veramente capace lui stesso), ma almeno provo a fare del mio meglio.

Babauta ha cominciato a scrivere sul blog Zen Habits per raccontare e condividere il suo percorso di cambiamento di vita che è cominciato nel 2005. In due anni, ha modificato una serie di abitudini, attraverso tecniche che ha descritto anche nei suoi libri (come “The Power of Less”).

Innegabilmente l’esempio della sua esperienza è stato, almeno in parte, responsabile dell’ispirazione per l’avvio del mio blog, ma sinceramente, non mi preoccupa la possibilità che qualcuno possa pensare che ho semplicemente “scopiazzato l’idea”. In realtà, è stato determinante un concetto di cui spesso Babauta parla e di cui credo di aver compreso l’importanza: la “missione della vita”, cioè qualcosa per cui sarai ricordato anche dopo la morte.

Trovare la propria “missione” nella vita, corrisponde a dare un significato alla vita stessa; corrisponde ad un “grosso sasso” che riempie la nostra vita (http://lalucedisperanza.altervista.org/cosa-riempie-la-nostra-vita/).

Interessandomi del blog di Leo, alla fine del 2014 mi sono dedicato ad una piccola “impresa” il cui risultato  vorrei condividere anche con te.

Ho tradotto uno scritto presente sul suo blog zenhabits.net (Handbook for Life 52 Tips for Happiness and Productivity: http://zenhabits.net/handbook-for-life-52-tips-for-happiness-and-productivity/).

Ho fatto ciò per poter consultare questo “sintetico manuale per una vita migliore”, senza dover più dannarmi a leggere in inglese. Ho anche pensato di lasciare una copia di questa traduzione a mia figlia, credendo che le potrà essere utile quando sarà più grande.

Ho riveduto la disposizione dei paragrafi, rispetto alla versione originale, riorganizzandoli in gruppi di argomenti affini.

Il manuale è una raccolta di 52 consigli riguardanti vari aspetti importanti della vita. Oltre alla traduzione del testo originale, ho voluto fare una “aggiunta” finale di altri consigli che si rifanno sempre alle idee di Babauta o a varie altre fonti trovate in rete. In alcuni porzioni ho fatto una traduzione più “libera”, talvolta integrata da mie riflessioni, che mi sono state ispirate anche da ulteriori fonti.

Ti consiglio, in ogni caso, di dare uno sguardo anche al testo originale presente nel blog di Babauta, dove troverai vari link ad ulteriori altri testi, dello stesso blog, per approfondimenti di alcuni temi trattati nei 52 consigli. In ogni caso, consiglio di dare un’occhiata all’intero blog di Babauta (http://zenhabits.net/) e di leggere altri suoi manuali (primo tra tutti “Zen to Done”, che tanto sto cercando di “sfruttare” per migliorare la qualità della mia vita).

In altri articoli ti fornirò (“a puntate”) il testo che ho tradotto.

Intanto, se vuoi conoscere un po’ più Leo Babauta, potrai leggere anche su: http://zenhabits.net/about/

 

Spero che i miei articoli ti siano utili.

Se vuoi, lascia pure un commento e se lo ritieni opportuno fai conoscere questo blog ai tuoi amici. Sarà bello “discutere” insieme.

Ciao; alla prossima.

 

Considerato che, come tutti i blog, anche il mio è un “diario in rete”, i testi sono presenti sulla pagina web in ordine anticronologico (visualizzi prima i messaggi più recenti). Pertanto se vuoi sapere perchè esiste questo blog e conoscere la sua origine puoi leggere “L’INIZIO” (http://lalucedisperanza.altervista.org/linizio/)

Lascia un commento