AGISCI

(avviso per chi visualizza il mio blog tramite smartphone: scorrendo la pagina di ogni articolo verso il basso, per la sua lettura, ad un certo punto è probabile che si sovrapponga il sottofondo musicale dell’articolo successivo. Ricorda che puoi disattivare un sottofondo musicale tramite il pulsante “play/pause” in alto a destra. Tale inconveniente è assente nella visualizzazione del blog tramite PC)

 

Ciao, avrai notato che con il gran caldo estivo ho trascurato un po’ il blog.

Per farmi perdonare, oggi voglio condividere con te un altro importante capitolo del manuale ZEN TO DONE scritto da Leo Babauta.

Come ho già scritto in precedenti articoli, il metodo proposto da Babauta, nel suddetto manuale, consta di dieci abitudini che possono contribuire a semplificare e rendere più efficiente la nostra vita. Spero che queste abitudini risultino utili anche per te, aiutandoti a gestire meglio il lavoro e soprattutto le attività personali e familiari.

Precedentemente ti ho presentato una sintesi delle prime tre abitudini: RACCOGLI ELABORA PIANIFICA.

 

Oggi esaminiamo la quarta abitudine: AGISCI 

Sostanzialmente, ciò che bisogna imparare è che ogni attività deve essere svolta con vero interesse; fai una cosa alla volta senza distrazioni e concediti poco tempo per farla.

Babauta suggerisce alcune “regole” fondamentali che, nel loro insieme, costituiscono l’abitudine di svolgere efficientemente ed efficacemente ogni attività:

1) UNA COSA ALLA VOLTA: è impossibile portare a termine mille cose in contemporanea (arrenditi all’evidenza!)

2) INTERESSE CERTO E PRIORITA’ ASSOLUTA: prima di iniziare a svolgere qualsiasi compito, chiediti se sei veramente interessato a ciò che fai e perché; spesso ci capita di svolgere delle attività come se fossimo degli “automi”, senza alcuna reale consapevolezza. Questa è tra le cause principali della mancanza di entusiasmo in ciò che facciamo. Dopo aver deciso, con piena convinzione, di svolgere un compito, fallo prima di ogni altra attività del giorno.

3) PRIMA DI INIZIARE ELIMINA TUTTE LE DISTRAZIONI: spegni il cellulare, sgombera il tavolo di tutto ciò che non serve, disattiva ogni richiamo per la posta elettronica (e se non serve, spegni il PC!); allontana ogni fonte di distrazione.

4) LIMITA IL TEMPO: stabilisci, in partenza, quanto tempo vuoi impiegare per portare a termine il compito che vuoi svolgere; spesso è utile usare un timer (come quelli che si usano in cucina) che ti darà il segnale di stop. Sentire il suo ticchettio e vedere i minuti che “scorrono” ti spronerà a non perdere tempo con altre cose inutili. Nel decidere quanto tempo dedicare ad ogni attività ispirati al metodo “Aiku”

5) INIZIA PER 10 MINUTI: spesso una grossa difficoltà sta solo nel cominciare. Sarà utile puntare il timer per i primi 10 minuti di lavoro, in cui ti “imporrai” di non distrarti e di concentrarti totalmente in ciò che fai. Superati questi primi 10 minuti, ti renderai conto che hai voglia di continuare senza alcun’altra difficoltà (continuando ad usare il timer per definire il tempo da impiegare per il tuo compito).

6) IMPREVISTI: sostanzialmente possono essere di due tipi;

      – EVITABILI: annotali e rimandali; spesso basta appuntare un’idea o un’attività a cui vuoi dedicare del tempo, per decidere in seguito se e quando svolgerla.

      – INEVITABILI: annota “dove sei”; segna a che punto del tuo compito sei arrivato e, dopo aver dedicato del tempo a ciò che ti ha disturbato (se veramente non hai potuto dire un bel “NO”), riprendi a svolgere il tuo compito da dove ti eri fermato.

7) MANTIENITI SANO E GODITI LA VITA: il modo migliore per far ciò è quello di uscire ed apprezzare la natura. Non c’è solo il lavoro nella vita, o i mille impegni che ti sei dato. Bisogna sempre garantirsi una vita sana e delle pause adeguate per rilassarti e “ricaricarti”.

8) IMPEGNATI CON TE STESSO: se comunichi i tuoi obiettivi a qualcuno, ti sentirai più motivato a portare a termine il compito (per evitare la “brutta figura” del mancato obiettivo).

 

Alcuni dei suddetti consigli possono sembrare “banali”, ma se solo si prova ad applicarli tutti, ci si può rendere conto che, forse, non è poi così ovvio riuscire a mettere in pratica, costantemente, questi buoni “propositi”.

Ecco perché è importante ricordare che, se vogliamo acquisire permanentemente delle nuove abitudini, è necessario che ognuna di esse sia praticata, inizialmente, almeno per un mese, dando a questa la nostra completa attenzione, finché diventerà automatica. Solo dopo si potrà cominciare a praticare un’altra nuova abitudine. Questo vale anche per l’abitudine di “agire” correttamente, applicando almeno per un mese tutti i suddetti consigli.

 

Probabilmente avrai notato che alcuni consigli, offerti da Leo Babauta nel suo manuale Zen to Done, sono simili a quanto si può leggere in un altro suo scritto (IL MANUALE PER LA VITA) oltre che in vari altri articoli del suo blog ZEN HABITS (un po’ di “copia ed incolla” lo fa anche Babauta).

 

Concludo ricordandoti che lo stesso Babauta afferma che il capitolo “AGISCI” che ti ho appena sintetizzato, insieme ai precedenti tre RACCOGLI ELABORA PIANIFICA, costituiscono il nucleo principale del metodo “Zen to Done”. Tuttavia sono sicuro che, in seguito, ti renderai conto che gli altri capitoli del manuale sono altrettanto importanti (se non di più).

Non ti resta che aspettare, pazientemente, che io condivida con te la sintesi di tutto il resto del manuale.

 

Se vuoi, lascia pure un commento e se lo ritieni opportuno fai conoscere questo blog ad altre persone. Ad esempio puoi inviare il link per il blog Hope ad almeno tre tuoi amici, tramite un “copia ed incolla” in una mail. Sarà bello condividere le idee.

Ciao; alla prossima.

 

Considerato che, come tutti i blog, anche il mio è un “diario in rete”, i testi sono presenti sulla pagina web in ordine anticronologico (visualizzi prima i messaggi più recenti). Pertanto se vuoi sapere perchè esiste questo blog e conoscere la sua origine puoi leggere “L’INIZIO”.

Precedente BREVISSIMO Successivo SEI UN POLLO O UN'AQUILA?

Lascia un commento